Una tifoseria da Champions League

La volata verso la Champions League è appena iniziata, ma c’è una grande squadra che ha già vinto, che è già in Champions League e che merita l’applauso di tutti. E’ quella dei tifosi del Milan che, anche in occasione della sfida decisiva contro la Lazio, saranno nuovamente a San Siro per testimoniare il loro affetto verso i colori rossoneri. A pochi giorni dall’appuntamento che il club di via Aldo Rossi e l’Inter avranno con il Comune per discutere del nuovo stadio, la Scala del Calcio torna dunque a riempirsi. In maniera clamorosa. Saranno infatti più di sessantamila i tifosi sugli spalti del Meazza ad incitare la formazione di Gattuso: un numero incredibile, che arriva dopo la grande affluenza già registrata in stagione in altre partite più o meno di cartello.

L’invasione rossonera per la Champions League

Come ha comunicato il Milan, anche il terzo anello verrà aperto. Quel settore che spesso pare un corpo estraneo allo stadio, e che solitamente rimane  vuoto in molte partite, durante la partita con la Lazio tornerà invece a riempirsi e a vivere: un evento che accade soltanto in poche e rare occasioni durante l’anno. Sarà molto probabilmente così anche per la semifinale di Coppa Italia, sempre con i biancocelesti, in programma il prossimo 24 aprile alle ore 20.45. Un altro “dentro o fuori” che, nelle prime ore di vendita libera dei tagliandi, ha già superato quota trentamila biglietti venduti.

Il messaggio alla società

E’ l’ennesima a dimostrazione d’affetto dei tifosi del Milan. La conferma del grande cuore di chi ha sempre messo piede allo stadio, anche in momenti decisamente meno esaltanti della storia milanista. E’ anche, e soprattutto, un messaggio indirizzato alla società. Il nuovo stadio, se mai ce ne sarà uno, sarà meglio dotarlo di almeno 60mila posti. Il popolo rossonero è infatti pronto a riempirli tutti, soprattutto se Romagnoli e compagni riusciranno negli anni a venire a confermarsi in Champions League e se la dirigenza riuscirà a rinforzare adeguatamente la squadra di Gattuso. C’è troppa voglia di Milan, voglia di una squadra che torni a far divertire e a vincere. In Italia e in Europa. Ricordare i trionfi del passato è giusto e doveroso, ma ora serve aggiornare la memoria con qualcosa di nuovo. Possibilmente di bello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *