Milan, sogni e speranze per un 2019 migliore

L’Uefa scrive al Milan e sgrida Leonardo, che a sua volta spiega che non dobbiamo aspettarci grandi colpi dal mercato. Nel frattempo Higuain torna a segnare, Gattuso salva la panchina, Muriel (sì, proprio lui…non Messi) ci sfancula e qualcuno pensa anche a Gabbiadini. Ne abbiamo viste troppe e fortunatamente il 2018 ce lo possiamo mettere alle spalle: lui, insieme alle tante partite deludenti della squadra, alle cose formali di Fassone, alle scazzottate mediatiche tra Mirabelli e Raiola e al fantomatico Yonghong Li. E già che ci siamo, archiviamo anche le inquietanti immagini (e parole) di Silvio Berlusconi proprietario e presidente del Monza.

Una vittoria in Supercoppa

Il 2019 sarà un anno migliore? Lo scopriremo presto, già a partire dall’ottavo di finale di Coppa Italia con la Sampdoria e dalla finale di Supercoppa contro la Juventus di Cristiano Ronaldo. Al nuovo anno chiediamo di rimborsarci di tutto ciò che abbiamo dovuto pagare e subire in questi mesi. Magari con una vittoria con tanto di rigore dubbio contro i gobbi: così, giusto per vedere che effetto fa. Vorremmo vedere il Milan tornare in Champions League, il Tas liberare tutta la potenza economica di Elliott, qualche giocatore da Milan calpestare l’erba di San Siro, Abate azzeccare un cross, Conti e Caldara tornare quelli dell’Atalanta, Suso crossare e segnare con il destro e Calhanoglu mettere in campo la balistica di cui tanto parla il nostro allenatore. 

Il futuro di Gattuso

Già, Gattuso. Sarà ancora lui sulla panchina del Diavolo nella prossima stagione? Qualunque sia la scelta della dirigenza, al 2019 chiediamo che l’eventuale decisione venga condivisa e appoggiata da tutti: dal magazziniere di Milanello fino alla segretaria personale di Paul Singer. Se ci sarà un divorzio da Rino (cosa molto probabile), al nuovo anno chiediamo che tutto ciò avvenga con garbo, stile e massimo rispetto per un uomo che ha dato (e sta dando) tutto per la causa rossonera.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *