Milan, rivoluzione in vista: ecco come potrebbe essere la rosa della prossima stagione

Il campionato del Milan si avvia verso una chiusura anticipata. Ad oggi risulta infatti difficile pensare ad una ripresa e allo svolgimento delle rimanenti partite della stagione. Dovesse davvero terminare alla 26esima giornata, i rossoneri chiuderebbero così settimi e fuori anche dall’Europa League: obiettivo di consolazione utile a dare un minimo di senso ad un’altra annata deludente. In attesa di capire se il Coronavirus allenterà la sua morsa e deciderà di dare la possibilità al calcio italiano di ripartire, l’unica cosa che possiamo fare è immaginare quale sarà la rosa con il quale il Diavolo prenderà parte alla stagione 2020/2021.

Il ritorno di Plizzari

Dopo l’addio di Zvone Boban, e le probabili partenze di Maldini, Massara e Pioli, sarà Ivan Gazidis a gestire il prossimo calciomercato. Insieme a lui avrà voce in capitolo un nuovo gruppo di dirigenti (l’area tecnica subirà notevoli stravolgimenti) e forse quel Ralf Rangnick di cui si è tanto parlato e per il quale il popolo rossonero non ha certo fatto salti di gioia. Il primo giocatore a partire sarà probabilmente Donnarumma. Il ‘salary cap’ imposto dall’ad milanista è infatti molto distante dall’attuale ingaggio di Gigio e difficilmente si troverà un accordo. Plizzari prenderà dunque il suo posto, con Reina come secondo (se rientrerà dal prestito) e Begovic confermato come terzo portiere.

Difesa e centrocampo da ricostruire

Aspettiamoci grandi novità anche nel reparto difensivo. Il futuro di Calabria, Conti, Duarte e Musacchio è infatti in dubbio, così come potrebbero esserci clamorosi sviluppi per Romagnoli. Verrano invece confermati i vari Theo Hernandez, Kjaer, Gabbia. A centrocampo partirà sicuramente Biglia e forse anche lo stesso Bonaventura. Sui profili di Krunic, Laxalt e Saelemaekers deciderà il nuovo allenatore, mentre Kessie e Paquetà lasceranno Milanello solo di fronte ad offerte davvero vantaggiose. Bennacer sarà titolare anche nella prossima stagione. Da Pordenone tornerà infine Tommaso Pobega.

L’addio di Ibrahimovic

Ad oggi qualche certezza in più la presenta infine l’attacco, dove Ibrahimovic è però destinato a non rimanere e probabilmente a chiudere la sua strepitosa carriera. Castillejo, Calhanoglu, Leao e Daniel Maldini potrebbero essere infatti confermati (ma il condizionale è d’obbligo), mentre su Ante Rebic c’è ancora qualche dubbio: il croato è in prestito fino all’estate 2021 e non verrà riscattato alle cifre che si sentono in giro oggi. L’ipotesi di un rientro di André Silva non è così da scartare, mentre sui nomi dei giocatori in entrata sappiamo solo che saranno giovani, di belle speranze e con pretese economiche in linea con la nuova filosofia di Ivan Gazidis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *