Milan, buone notizie per Conti: ecco quando rientra

Conti in allenamento. Foto da Instagram giocatore

Dopo giorni di polemiche, critiche e sentenze via social, la vittoria di Reggio Emilia ha finalmente riportato il sorriso a Milanello e dato un bel calcio in culo a chi sperava in un’altra “Fatal Sassuolo” e in un esonero di Rino Gattuso. Oltre al poker rifilato ai neroverdi, nelle ultime ore è però arrivata anche un’altra notizia che fa guardare al prossimo futuro con più ottimismo: l’imminente rientro in campo di Andrea Conti. Arrivato grazie al lavoro di Fassone e Mirabelli, e definito da molti (giustamente, secondo noi) il miglior acquisto di quella campagna estiva, l’ex Atalanta ha infatti svolto l’allenamento odierno con il resto del gruppo milanista ed è dunque vicino al suo rientro in campo dopo aver pagato un conto salatissimo alla sfiga.

Un danno incalcolabile

E’ vero, in tutti questi mesi Davide Calabria ha avuto una crescita esponenziale e ha fatto cose importanti, ma avere in campo Andrea Conti al 100% è un’altra cosa. Soprattutto per questo Milan, che spesso manca di coraggio e di quell’atteggiamento sfrontato che è nel dna del ventiquattrenne di Lecco. Contro il Craiova e lo Shkendija (d’accordo, sono due squadre di basso livello) e nelle altre due parti giocate con Crotone e Cagliari, Conti ha infatti dimostrato di essere l’uomo giusto al posto giusto. Di essere il giocatore indispensabile per il gioco rossonero: il terzino che difende, spinge, prende la linea di fondo e crossa che a noi manca dai tempi di un certo Cafu. La sua assenza è stata un danno incalcolabile. Per il Milan di Montella e Gattuso, ma anche per la Nazionale di Ventura e dello stesso Mancini.

 

 

Il rientro e l’incognita della difesa a 4

Il suo dovrà essere un rientro graduale ed è probabile che avverrà tra la fine di questo mese e l’inizio del prossimo. Lo abbiamo aspettato a lungo con pazienza, e dovremmo averne altrettanta quando tornerà tra i convocati e rimetterà piede in campo, perché sarà difficile vederlo subito scattare e giocare come ai tempi dell’Atalanta. Proprio come Caldara, che ritornerà al suo fianco, Andrea dovrà non solo farsi la gamba ma anche cercare di rendere al meglio in un reparto a quattro giocatori, dopo essere esploso con Gasperini in una linea difensiva a 3 uomini. Avrà lo stesso impatto anche con questo modulo? A Gattuso il compito di farlo crescere e di darci una risposta. A noi quello di stargli sempre vicini proprio come abbiamo fatto in questi mesi di snervante attesa.

 

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *