La svolta di Gazidis e la strategia di mercato condivisa da tutti

A distanza di mesi dal suo insediamento, e dopo aver ricevuto non poche critiche (anche da queste pagine), Ivan Gazidis si è finalmente allineato con l’area tecnica gestita da Paolo Maldini e Frederic Massara. Oltre al passo indietro con Ralf Rangnick e al rinnovo con Stefano Pioli, la conferma del cambiamento di rotta dell’amministratore delegato rossonero (nonché uomo molto vicino alla proprietà Elliott) è infatti arrivata dalle parole dello stesso AD in occasione del secondo giorno di raduno estivo milanista.

Abbiamo una squadra giovane che sta crescendo in una maniera molto positiva – ha infatti spiegato Gazidis alla stampa – Una parte importante della strategia è la continuità e, come abbiamo detto, non è solo questione di giocatori giovani. Ci vuole un mix di giocatori giovani ed esperti“. Proprio quest’ultima frase certifica (finalmente) la presa di coscienza del massimo dirigente milanista: come tutti impressionato dall’apporto che sono riusciti a dare i due ‘vecchietti’ Zlatan Ibrahimovic e Simon Kjaer.

Gazidis e la strategia del Milan

È seguendo questa filosofia, storicamente vincente e chiesta a gran voce nei mesi scorsi anche dai vari Leonardo, Gattuso e Boban, che il Milan deve impostare il mercato appena cominciato. I nomi di Bakayoko e Brahim Diaz vanno più che bene, ma insieme a Ibra e Kjaer servirebbero anche un altro paio di giocatori esperti e pronti all’uso. Thiago Silva poteva essere uno di questi, ma il sogno di rivedere il difensore è però destinato a rimanere tale dopo la valanga di soldi offerti al brasiliano dal Chelsea. Il tutto senza dimenticare un altro tassello fondamentale per costruire una squadra vincente: il rinnovo di Donnarumma. Il nuovo contratto di Gigio per le prossime stagioni, sarebbe la conferma dell’esistenza di una strategia chiara e ben delineata: ovvero quella di far tornare grande uno dei club più vincenti al mondo.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *