Elmetto e coraggio: Gattuso sfida l’Atalanta

Il Milan riparte da Bergamo. Da un campo storicamente difficile, contro una squadra che corre, lotta e segna ininterrottamente dalle ultime sette partite casalinghe di campionato. A conferma di questo dato, viene in soccorso anche la statistica Opta che spiega come i bergamaschi hanno già segnato 30 gol in questo torneo, risultano ad oggi il miglior attacco della Serie A. “Ci vorrà l’elmetto – ha dichiarato Gattuso in conferenza stampa – L’Atalanta gioca un calcio fisico e tecnico. Dovremo fare una grande partita e vincere sarebbe un segnale importante, anche se poi la strada per la Champions sarà ancora lunga“.

Il pressing sui portatori di palla

Come ha già dimostrato la Spal nel recente match di Bergamo, la squadra di Gasperini va attaccata e non aspettata. Per buona parte della partita, la formazione di Semplici è infatti riuscita a chiudere e raddoppiare Gomez e a soffocare i rifornimenti per Zapata, mettendo inoltre in difficoltà la difesa nerazzurra con un pressing molto alto. Ecco perché sarà fondamentale il lavoro degli attaccanti e il filtro di Kessie e Bakayoko: ultima barriera prima di ritrovarsi al limite dell’area di Donnarumma.

Una squadra cinica

Sulle spalle dei giocatori più offensivi, ci sarà poi il compito di monetizzare le eventuali palle gol che concederà l’avversario. Potrebbero non essere molte, e proprio per questo occorrerà sfruttarle al massimo per evitare di tornare a Milano con la valigia piena di rimpianti. Dalle parti di Bergamo la vittoria manca ormai da troppo tempo (l’ultima è datata maggio 2015), e riuscirla a conquistare in questo turno di campionato sarebbe un grande risultato, anche in vista delle prossime partite: sulla carta più abbordabili di quella con la Dea.

Le probabili formazioni

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Mancini; Hateboer, De Roon, Freuler, Castagne; Gomez; Ilicic, Zapata. Allenatore: Gasperini

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Bakayoko, Paquetá; Suso, Piatek, Calhanoglu. Allenatore: Gattuso

Arbitro: Pasqua

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *