Champions League: non succede, ma se succede…

 

Siamo ancora in corsa per la Champions League, nonostante tutto. Nonostante l’ennesima partita sofferta e il punto guadagnato dall’Atalanta che riduce davvero di molto le nostre chance di arrivare al quarto posto. Eppure, a novanta minuti dalla fine del campionato, il Diavolo può ancora sperare. Dopo aver tifato inutilmente la Juventus, ora ci tocca sperare in un regalo del milanista Squinzi (il patron del Sassuolo), o meglio ancora di un clamoroso suicidio dell’Inter nell’ultima contro l’Empoli: soluzione che ovviamente tutti i tifosi del Milan accetterebbero di buon grado. Difficile che i nerazzurri perdano o pareggino, ma il calcio ci ha insegnato che tutto è davvero possibile. Soprattutto in queste occasioni, quando il “dentro o fuori” fa diventare anche la squadra più debole quella più forte da battere.

L’ultima chance per la Champions League

Il discorso vale ovviamente anche per i rossoneri: attesi da una trasferta per nulla facile a Ferrara. Una partita che, se affrontata come il primo tempo con il Frosinone, potrebbe nascondere molte insidie e diventare una montagna troppo alta da scalare per Romagnoli e compagni. “Questa squadra ha fatto tanta roba“, ha dichiarato Gattuso a Sky nel post partita. Al di là degli errori di tecnico e squadra, che hanno pesantemente condizionato questo finale di stagione, Rino ha tutto sommato ragione. Erano infatti anni che il Milan non riusciva a giocarsi fino alla fine l’accesso alla Champions League.

Il futuro del Diavolo

Ci aspetta dunque una settimana di passione e di grande attesa. Giorni dove alle voci di campo si alterneranno quelle legate al mercato e quelle dedicate al prossimo allenatore del Milan: ammesso che Elliott voglia davvero silurare l’attuale mister. Anche se Gattuso continua a ripetere che “le chiacchiere stanno a zero“, ci sta che si continui invece a parlare di quello che sarà il nuovo corso milanista. E’ inevitabile, così come è scontato che i tifosi mantengano un filo di speranza per il prossimo weekend. Il Milan ci ha dimostrato che è capace di tutto. Nel bene e nel male. L’Inter e l’Atalanta pure. In fondo basta pure un pareggio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *